Usare il lettore di smart card Manhattan su Linux

Per lavoro mi sono imbattuto nel dover far funzionare con Linux un lettore di smart card marchiato Manhattan (cod. 172844). Riporto qui il risultato del comando lsusb:

Bus 004 Device 007: ID 0ca6:0010 Castles Technology Co., Ltd EZUSB PC/SC Smart Card Reader


Post imageCome si evince dalla scritta qui sopra, il lettore è basato sul chipset EZUSB della Castles Technology. In particolare è un EZ100PU i cui driver per Linux sono presenti sul loro sito web a questo indirizzo.

I driver sono distribuiti in forma binaria e purtroppo non sono disponibili i sorgenti, dunque per farli funzionare con pcscd, il servizio che su Linux (ma anche *BSD) si preoccupa di dialogare con i lettori di smart card, dovremmo usare uno script interno per installare i suddetti driver. Tutto questo dopo aver aperto due archivi zip, scelto l'architettura della nostra installazione e letto due README.txt. Ma ovviamente se usate Ubuntu o Debian vi ho semplificato le cose.

Continua a leggere »

Rendere Plug'n'Play gli adattatori USB-IrDA

Post imageL'attuale implementazione IrDA su Linux fa abbastanza pietà, forse perché è ormai una tecnologia in disuso e lo sprint che ha invece avuto il Bluetooth o i dispositivi mtp è mancato alle periferiche IrDA. Su Debian e Ubuntu, come nelle altre distribuzioni, il pacchetto che contiene tutto il necessario per far funzionare lo stack IrDA del kernel è irda-utils. In particolare il comando che ci interessa è irattach. Detto a grandi linee, con questo comando possiamo far comunicare la periferica con il kernel. Mentre questa azione avviene automaticamente all'avvio per le interfacce integrate alla scheda madre, con gli adattatori USB questo non avviene e bisogna dare il comando manualmente.

Per risolvere questo inconveniente occorre lanciare irattach con i giusti parametri ogni volta che si collega l'adattatore, mentre è necessario terminare irattach quando si scollega l'adattatore. Tutto questo è possibile farlo con udev.

Queste sono le regole per fare le azioni sopra descritte:

SUBSYSTEM=="net", SUBSYSTEMS=="usb", ACTION=="add", ATTR{type}=="783", RUN+="/sbin/start-stop-daemon --start --quiet --pidfile /var/run/irattach.pid --startas /usr/sbin/irattach -- $env{INTERFACE} -s"
SUBSYSTEM=="net", SUBSYSTEMS=="usb", ACTION=="remove", KERNEL=="irda*", RUN+="/sbin/start-stop-daemon --stop --quiet --oknodo --name irattach --pidfile /var/run/irattach.pid"


Queste regole andranno messe in un file chiamato 80-irda-usb.rules e salvato in /etc/udev/rules.d.

Continua a leggere »

Adattatore USB 802.11n Sitecom WL-315 e Linux

Post imageVisto che mi sto imbattendo in molti adattatori WiFi USB compatibili con lo standard 802.11n non funzionanti subito con GNU/Linux, vediamo di dare alcune soluzioni. Questa volta tocca all'adattatore USB WL-315 della Sitecom incluso nel router ADSL Wireless 300N WL-547. Qui la faccenda si fa più semplice del WN111v2 in mio possesso in quanto questo adattatore usa il chipset Ralink rt2870 il cui modulo per il kernel è distribuito dalla stessa Ralink.

Iniziamo col controllare di avere il giusto adattatore USB:

$ lsusb
Bus 005 Device 024: ID 0df6:0039 Sitecom Europe B.V.

L'importante è avere la stringa 0df6:0039 che indica in modo univoco la periferica USB.

Attenzione: se siete certi di avere un adattatore con chipset rt2870 la guida è sempre valida!

Continua a leggere »

Far funzionare le schede audio USB di tipo PD552

Post imageHo recentemente acquistato di eBay una di quelle schede audio USB 3D di piccole dimensioni a 5€ o poco più. Tutti gli inserzionisti affermano che sono completamente Plug & Play, peccato che molti si siano ritrovati con una scheda inutilizzabile per la mancanza di driver su Windows. La scheda che ho acquistato è dotata di una uscita Cuffia e di un ingresso per Microfono, riporta sopra la dicitura "3D AUDIO" mentre sul retro la dicitura "HY552" e viene riconosciuta dal PC come "SSS Headphone Set".

Post image

Continua a leggere »

USB 3.0, tante novità in arrivo

In occasione dell'Intel Developer Forum Fall 2007, l'USB Implementers Forum, l'organizzazione che si occupa di definire i vari standard legati alle periferiche USB, ha rilasciato alcune informazioni sul futuro standard USB 3.0, il quale dovrebbe gareggiare con le nuove tecnologie come eSATA (External SATA), grazie all'adozione del nuovo protocollo "SuperSpeed".

Il nuovo standard migliora in due punti il vecchio standard: risparmio energetico e velocità di trasferimento.

Post image


Continua a leggere »

CC BY-NC-SA 3.0 2004-2012 Daniele Napolitano — Per informazioni sulla licenza leggere le Note legali