Blog

OpenITG, un fork di Stepmania

Quest'oggi ho intenzione di inaugurare una nuova sezione dedicata ai dance games con la segnalazione di OpenITG, un fork del famoso emulatore open source del Dance Dance Revolution, Stepmania.

OpenITG nello specifico nasce a partire dalla versione 3.95 di StepMania, il cui obiettivo è quello di fornire una piattaforma libera per creare cabinati arcade da sala giochi già configurata a dovere e con tutte le caratteristiche della versione ufficiale In The Groove della Roxor.

Post imageIl Dance Dance Revolution è un gioco arcade ideato dalla Konami in cui bisogna ballare su una pedana a ritmo di musica e secondo i passi che compaiono sullo schermo. Dopo il successo che ha avuto, un'altra piccola azienda, la Roxor Games, si è messa a sviluppare una specie di clone del DDR della Konami su misura delle richieste dei giocatori. Infatti nel frattempo questo gioco aveva raggruppato un discreto numero di giocatori, anche molto bravi, che hanno esposto tutti i difetti del DDR permettendo di creare l'ITG. Del resto molti giocatori ammettono la superiorità di gioco dell'ITG sul DDR, sotto molti punti di vista.

Tornando al nostro OpenITG, rispetto a Stepmania, sono stati risolti molti bug che affliggevano la versione 3.95, aggiunto il supporto per le canzoni personalizzate (come nel cabinato originale), supporto per le patch ecc. Tutto per replicare un cabinato In The Groove originale con un PC, software open source ed alcune caratteristiche aggiuntive.

Post image
Questo progetto nasce soprattutto per un motivo, lo stop dello sviluppo di In The Groove a causa dell'acquisizione da parte di Konami (leader del settore e proprietaria del dance game antagonista) della Roxor, l'azienda che ha ideato In The Groove, fermo alla seconda edizione.

E' ormai da tempo in giro la compilation di canzoni della terza versione dell'ITG e successivamente è stata data notizia che il tema In The Groove 3 (Groove 3.1 WIP per essere precisi) è in sviluppo dagli stessi sviluppatori di OpenITG, il gruppo BoXoRRoXoRs con lo scopo di continuare la saga In The Groove. Il lavoro è veramente eccellente, molto futuristico rispetto al più pacato tema ITG2. Purtroppo non esiste ancora una release pubblica, il lavoro infatti è praticamente segreto a parte qualche video pubblicato su YouTube tanto per far sbavare le persone.

E` però disponibile una pre-release in formato di pacchetto all-in-one con OpenITG alpha7. Su Linux dà qualche problema, ma con la beta 1 viene tutto risolto.

Successivamente mostrerò come configurare ad-hoc OpenITG per l'esecuzione su Linux e come pilotare le luci, ho pubblicato un video su YouTube per una piccola dimostrazione.

Articoli correlati

DIASPORA* Facebook

Pubblicato il 20 luglio 2009 da e letto 4906 volte.

Link di trackback

Abbonati al feed RSS. Se non sai cos'è guarda qui.

Abbonati alla newsletter per ricevere via email ogni nuovo articolo pubblicato. L'indirizzo verrà gestito da FeedBurner.

Dai il tuo parere: Commenta questo articolo!
2 commenti su OpenITG, un fork di Stepmania
  1. Lazza dice:

    O.O
    Ma a fare la canzone di quel video si cade per terra mi sa. :D
    Comunque, che hardware usi per la pedana?

    lunedì, 20 luglio 2009 alle 17:30
  2. DnaX dice:

    Dunque, sono molto popolari tra i giocatori i controller del gioco originale su PlayStation2, quindi vengono usati gli adattatori dal controller PS2 a USB, purtroppo molti di questi danno problemi quando devi premere 2 tasti insieme che corrispondono alle frecce direzionali. Esistono però tappetini o meglio pedane rigide (migliori) direttamente con porta USB che non soffrono di questi problemi. Un altro metodo è quello che sto cercando di fare, ovvero costruire da me una pedana utilizzando in prevalenza compensato, metallo e plexiglass e interfacciano i sensori (pulsanti un po‘ artigianali) con la vecchia porta giochi solitamente integrata con la scheda audio.

    martedì, 21 luglio 2009 alle 21:29
Lascia un commento

CC BY-NC-SA 3.0 2004-2012 Daniele Napolitano — Per informazioni sulla licenza leggere le Note legali
Torna su