Blog

Attivare la cartella criptata in Ubuntu 8.10

Post imageUna delle caratteristiche di Ubuntu 8.10 "Intrepid" è quella di avere una cartella nella propria Home chiamata "Private" dove stipare tutti i nostri dati sensibili. La cartella, oltre a non essere leggibile agli altri utenti (come del resto dovrebbero essere altre cartelle come .ssh .gnupg e .mozilla), è criptata con ecryptfs, una utility che sfrutta l'estensioni crittografiche integrate nel kernel Linux per avere il tutto trasparente all'utente.

Prepariamo il tutto ed iniziamo con l'installare il pacchetto ecryptfs-utils

sudo apt-get install ecryptfs-utils

Dopodiché dalla nostra cara console creiamo la directory criptata con

ecryptfs-setup-private

E inseriamo, quando richiesto, la nostra password di utente e la passfrase per criptare il contenuto della cartella. La passfrase per la cifratura della directory privata non verrà più richiesta ma è necessario segnarsela da qualche parte in caso si debba reinstallare il sistema e quindi leggere i dati crittografati.

Adesso per rendere subito effettivi i cambiamenti occorre dare un secondo comando:

ecryptfs-mount-private


Cosa succede?

In pratica viene creata una cartella nascosta .private (notare il punto iniziale) con i dati cifrati e una cartella Private dove saranno disponibili i dati in chiaro solo se avrete effettuato l'accesso col vostro account. Da notare che vengono cifrati i singoli file, non l'intera cartella per cui i nomi dei file saranno comunque leggibili.

Articoli correlati

DIASPORA* Facebook

Pubblicato il 26 dicembre 2008 da e letto 2381 volte.

Link di trackback

Abbonati al feed RSS. Se non sai cos'è guarda qui.

Abbonati alla newsletter per ricevere via email ogni nuovo articolo pubblicato. L'indirizzo verrà gestito da FeedBurner.

Dai il tuo parere: Commenta questo articolo!
0 commenti su Attivare la cartella criptata in Ubuntu 8.10
    Lascia un commento

    CC BY-NC-SA 3.0 2004-2012 Daniele Napolitano — Per informazioni sulla licenza leggere le Note legali
    Torna su